MTS, Megafon, Beeline: Perché i "tre grandi" aumentano il prezzo delle conversazioni?

Gli operatori Big Three - MTS, Megafon e Beeline (VimpelCom) hanno letteralmente corso negli ultimi anni per lanciare nuovi piani tariffari a basso costo. Previsto per aumentare la domanda, cercando di conquistare una larga parte del mercato. Ma la base di abbonati è in crescita per il rublo e gli interessi strategici delle società sopra citate sono legati al dollaro. È stato nei "tre grandi" che hanno deciso, molto probabilmente, di cambiare le loro priorità. Bene, la copertura standard è la crisi economica globale.

A febbraio, Megafon e VimpelCom hanno aumentato i prezzi per il roaming internazionale (del 20-25%) e MTS approssimativamente nello stesso intervallo per la linea di business. Gli esperti finanziari hanno immediatamente scoperto: la svolta presto raggiungerà altre tariffe, comprese quelle domestiche, e entro la fine dell'anno in generale, il minuto della comunicazione mobile può aumentare del 40%. Perché? È possibile che gli operatori debbano collegare le politiche dei prezzi in proporzione diretta con il tasso di cambio. Anche se il dollaro non supera i 37,8 rubli per dollaro, anche in questo caso, gli analisti prevedono perdite significative per gli operatori, che possono essere salvate solo da misure impopolari sotto forma di aumenti dei prezzi.

Il reddito principale degli operatori mobili in Russia è costituito sulla base del cosiddetto reddito rublo. Le sue dimensioni dipendono dalla dimensione della base dell'abbonato e dall'attività di ogni singolo abbonato. E ancora c'è un guadagno valutario espresso in dollari ed euro. Con la progressiva svalutazione del rublo i suoi volumi sono inevitabilmente ridotti. Nel frattempo, tutti gli insediamenti con debiti e fornitori di attrezzature di una società di comunicazione cellulare sono realizzati in valuta estera, e non in nazionale. Per lo stesso motivo, le tariffe dei "tre grandi" nei paesi della CSI stanno diventando più costose - le valute nazionali hanno anche sensibilmente perso terreno contro la coppia dollaro-euro.

Il portale di informazioni PRIME-TASS riportava un altro motivo "delicato" per l'inevitabile aumento dei prezzi, che è rilevante principalmente per VimpelCom e Mobile TeleSystems. Una parte significativa delle azioni di queste società è di proprietà di azionisti stranieri e viene negoziata in valuta estera. Per gli investitori esteri, gli operatori di telefonia mobile preparano regolarmente relazioni sugli standard contabili americani. Naturalmente, in termini di dollari.

Immaginate come sarebbe un rapporto del genere se la base di iscritti aumentasse solo del 10% durante il periodo di riferimento, e il tasso di cambio del dollaro contro il rublo aumentasse del 40% ... Gli azionisti stranieri non avranno un minimo di tenerezza. È meglio non giocare con i loro sentimenti, ma sostenere i guadagni in valuta a spese del consumatore domestico.

Megafon non ha ancora avuto problemi di questo tipo - non ha esibito le sue azioni in valuta estera. Tuttavia, questa società ha anche iniziato ad aumentare in alcuni piani tariffari il costo di un minuto di chiamate in uscita ai numeri di altri operatori.

Per quanto riguarda il modo in cui i consumatori reagiranno alla catena di promozioni, le opinioni degli esperti sono diverse. La società di investimento Troika Dialog ritiene che la telefonia mobile sia diventata parte integrante della vita della maggior parte dei cittadini russi, e "un aumento delle tariffe non porterà a un drastico calo della domanda". E per gli analisti di Veles Capital, il punto di vista opposto è: "di fronte al calo dei redditi della popolazione, la comunicazione cellulare si trasformerà in un servizio di nicchia a disposizione di un numero molto limitato di persone".

Eppure non soccomberemo al pessimismo: alla fine, tu ed io abbiamo ancora un motivo meraviglioso per meditare sul tema "la parola è argento, il silenzio è oro".

Loading...

Lascia Il Tuo Commento