I bambini hanno bisogno solo delle donne?

Passa il suo tempo prezioso, per non parlare della salute. È solo nei libri che la gravidanza dipinge una donna, e nella vita tutto ciò che riguarda il parto è un lavoro noioso, una tensione e un dolore e un sangue assolutamente non romantici, intensificati dall'umiliazione nelle strutture mediche e governative. Quindi, dopo la nascita di un bambino, è un'enorme responsabilità, una cura continua per la sua salute e l'educazione, l'ansia, lo stress e i nervi. Finché il bambino non raggiunge i 18 anni o anche più, la madre non può affatto rilassarsi: scuola, tazze, moccio, cattive compagnie, prima sigarette e amore.

In breve: la gravidanza è un lavoro duro e responsabile per il bene della società. Dopo tutto, la società ha bisogno di nuovi membri che poi guadagneranno pensioni per il bene comune. Tuttavia, non solo questo lavoro non è pagato (il mantenimento dei figli e il congedo di maternità non vengono conteggiati), quindi la situazione viene creata artificialmente che presumibilmente i bambini sono necessari prima di tutto alle donne!

L'intera macchina sociale lavora per essa - a partire da scuola, dove vengono raccontate le ragazze della prima elementare: "Tu sei le future madri" (non ho mai sentito i ragazzi dire: "Tu sei un futuro padre, non stare seduto al freddo"). Poi, dall'età di 20 anni, i ginecologi entrano nel loro: "Se non partorisci a 30 anni, non sarai in grado di partorire più tardi, ci saranno problemi, bambini con sindrome di Down e altre malattie". Allora lo sfondo costante suonerà: "Come mai non hai ancora partorito? Cosa significa da nessuno? Prendi qualcuno e partorisci, che differenza ti fa? "Oppure:" Mentre sei impegnato con la tua carriera finita, i tuoi compagni di classe hanno dato alla luce tre! "E dopo i 50:" Non hai avuto il tempo di dare alla luce una vecchiaia solitaria ". Segmenti più avanzati della popolazione dicono: "È così bello mostrare il mondo a un nuovo essere!", "Darai alla luce un bambino e ti svilupperai con esso!", "Un nuovo bambino è un nuovo universo!", "Il parto è una vacanza!"

Bene, e, naturalmente, tutte queste cazzate sul sacro dovere della maternità, che la gravidanza dipinge una donna non è altro che una tetra oscurità che infrange la verità della vita come "non entrare con le sedie a rotelle, sei venuto in farmacia e non a Gendel "," Hanno dato alla luce qui, e ci danno un posto nel trasporto, "zitto i tuoi figli, che urlano e corrono in giro", "vieni, ma solo senza figli".

I bambini hanno bisogno di una donna? Non discuto, abbiamo bisogno. Ma non più di tutti gli altri partecipanti al processo - cioè, uomini e società. Per qualche ragione, il famigerato istinto riproduttivo, che è definito solo come materno, è attribuito solo alle donne. E perché gli uomini non dovrebbero moltiplicarsi? Non sono minacciati di vecchiaia solitaria? Non hanno bisogno di qualcuno per mostrare il mondo? Non possono avere il tempo - o l'infertilità maschile e l'impotenza non accadono?

Tuttavia, l'affermazione "Devi essere una donna!" Riguarda solo la metà dell'umanità, che è la più difficile di tutte. E a proposito, che il bambino non comunica con il padre, solo la madre è interessata, e il padre che non è occupato con i suoi affari. Dopo tutto, uomini ... uomini hanno computer, pesca, snowboard, calcio, carriera, macchine e molte altre cose interessanti. Anche se, secondo la logica delle cose, gli uomini devono persuadere le donne a partorire - dopotutto, loro stessi non possono farlo, e per una donna, la gravidanza è il lavoro più difficile a causa delle risorse insostituibili del corpo e del tempo della vita!

Tuttavia, molto spesso le donne ascoltano gli uomini: "Ho accettato un bambino in modo che non te ne andassi", "Sono andato a questo solo per il tuo bene," "Volevi un bambino? Ora lei e Pannolini me! Ti avevo avvertito! "," La vita è finita con la nascita di un bambino "," Se potessi cambiare qualcosa nella vita, non avrei figli ".

Tutti questi detti maschili portano a uno stupore. Quale strana sostituzione di concetti avvenne nella società, che metà dell'umanità non era semplicemente costretta a impegnarsi in un duro lavoro di parto, ma anche tutto svitato in modo che solo loro ne avessero bisogno?

Non sto dicendo che i bambini sono cattivi, che interferiscono con la vita e così via. In effetti, i bambini sono meravigliosi. Spero solo che gli uomini capiscano anche questo.

Guarda il video: "Dalle uno schiaffo!": le reazioni dei bambini (Febbraio 2020).

Loading...

Lascia Il Tuo Commento