Dove a San Pietroburgo è il più grande "incontro" dei bolscevichi?

I turisti che vengono ad ammirare i siti storici e architettonici della città sul fiume Neva, sono visitati principalmente dai distretti dell'Ammiragliato, Petrogradsky, Vasileostrovsky e Central, di piccole dimensioni ma più ricchi di palazzi, musei, cattedrali e monumenti. Nel più grande sul territorio del distretto di Pushkin, che comprende la città di Pushkin (Children's, o Tsarskoye Selo) e Pavlovsk, i turisti sono portati per il gusto di famosi palazzi e parchi - Catherine, con una stanza d'ambra, Aleksandrovsky e Pavlovsky. La composizione del distretto di Petrodvorets comprende ben tre città: Peterhof, Lomonosov (Oranienbaum) e Strelna. Tutti conoscono le bellezze di questa regione: non esiste un palazzo o un parco con fontane migliori di Peterhof in qualsiasi parte del mondo. E il palazzo ricostruito di Costantinopoli a Strelna, che è diventato una residenza presidenziale, difficilmente può paragonarsi al lusso. Ma questo è il principale San Pietroburgo. Come starebbe separatamente Area Resort, che si estende lungo la costa nord-orientale del Golfo di Finlandia, con numerosi sanatori e pensioni e Kronstadt sull'isola di Kotlin, una ex cittadella marittima.

I restanti dieci distretti sono lavoratori, ex sobborghi operai o nuovi territori di nuovi edifici, le cosiddette "zone notte". Viviamo nel quartiere Nevsky. Questo raramente trasporta turisti, non abbastanza attrazioni qui. Ma ci sono alcune peculiarità, e voglio parlarne.

Il distretto di Nevsky si è formato dopo la rivoluzione di febbraio del 1917. A marzo dello scorso anno, il suo 90 ° compleanno è stato solennemente celebrato. Dal 1920 al 1948 l'area fu chiamata Volodarsky, e dal 1949 ad oggi, Nevsky. Fino al 1968, includeva solo il territorio sulla riva sinistra della Neva, quindi si univa alla parte della riva destra, un'area in forte crescita di nuovi edifici. E ora il distretto di Nevsky è l'unico in città situato su entrambe le rive della Neva. Entrambe le parti del distretto sono collegate da tre ponti: la Ferrovia finlandese, il trasporto stradale Volodarsky e la nuova costruzione, unica nella sua soluzione ingegneristica, il ponte strallato, a cui è stato dato il nome di Big Obukhovsky. Il movimento su di esso è stato solennemente aperto il 15 dicembre 2004.

La superficie totale del distretto è di oltre 61 metri quadrati. km, popolazione 455, 4 mila persone - molto più grande di alcuni centri regionali! La parte sinistra del distretto è più antica e occupa il 45% del territorio in cui vive il 35% della popolazione. Questo è l'avamposto della Neva, nelle fabbriche di cui è stata creata la prima locomotiva a vapore russa, il primo sottomarino, il primo trattore, e nel XVIII secolo qui è stata fondata una produzione di porcellana unica, la famosa fabbrica di Lomonosov.

La riva destra poteva essere facilmente identificata in un'area separata, sorse sul sito di piccoli villaggi e fu costruita negli anni successivi alla Grande Guerra Patriottica. La parte di banca giusta occupa il 55% dell'area e il 65% della popolazione del distretto di Nevsky. Qual è l'insolita parte della parte destra del distretto? Perché ho dato questo nome ad un articolo? Sì, perché i nomi delle strade qui sono come un museo dei bolscevichi. Difficilmente da nessun'altra parte, in altre città, esiste una combinazione così grande di nomi di strade rivoluzionari!

L'argine di Oktyabrskaya si estende lungo la riva destra della Neva, e parallelamente ad essa è l'Estremo Oriente, e l'area tra loro è una zona industriale. Ci sono il terminal cargo del porto fluviale, l'associazione "Neva manifattura", JSC "Pigment", numerose imprese automobilistiche, magazzini e rari edifici residenziali del vecchio edificio (anni '60 del secolo scorso).
L'arteria principale della parte della riva destra è il bolscevico, che si estende per più di 6 km da nord-ovest a sud-est, da Kollontai Street a Oktyabrskaya Embankment. Il prospetto ricevette il suo nome il 2 ottobre 1970, quando iniziò la costruzione di alloggi intensivi. Per molto tempo, dal lato est del viale, all'incrocio con via Novoselov e all'uscita per l'autostrada di Murmansk, si potevano vedere case rurali in legno - il villaggio della stazione di Neva. Veniva spesso impiegato nelle riprese di film sullo studio di vita rurale "Lenfilm". Ora sorgono nuovi grattacieli con appartamenti di lusso.

Strettamente paralleli alla prospettiva dei bolscevichi sono altri tre, ma più brevi: Iskra, amichevole e solidarietà. Tra i "bolscevichi" e "compagni" scorre un piccolo fiume Okkervil - un affluente del fiume Ohta. Agli inizi degli anni '90 del XX secolo, dall'inizio del viale bolscevico, l'Okkervil fu deposto lungo la costa, una breve Prospettiva Pyatiletki lunga un chilometro e quasi perpendicolare ad essa, la Russian Avenue, che è altrettanto breve. Sulla stessa riva del fiume, dove convergono questi tre viali come se fossero raggi, c'è il famoso Palazzo del Ghiaccio, costruito in soli due anni. Abbiamo iniziato a costruire nel 1998 e nel 2000 il campionato mondiale di hockey su ghiaccio si è già tenuto lì. Sebbene ci fossero molti dibattiti accesi attorno alla costruzione del Palazzo, soprattutto per quanto riguarda l'alto costo e la fattibilità, ora questo complesso polifunzionale sportivo e di concerti piace ai residenti della Riva destra. Ci sono scuole sportive e bambini e adulti, si tengono regolarmente concerti di stelle di livello mondiale e artisti nazionali, si tengono gare di hockey e pattinatori, una pista di pattinaggio è costantemente funzionante, ecc.

Perpendicolare al viale bolscevico, dalla via Krzhizhanovsky all'Estremo Oriente si estende per 4 chilometri in via Kollontai, così chiamata in onore di Anna Mikhailovna Kollontai, la prima donna al mondo ministro e diplomatica donna. Inoltre, mentre si sposta a sud-est, parallelo a Kollontai, ci sono strade intitolate ai rivoluzionari: N. I. Podvoisky, V.А. Antonov-Ovseenko, P. E. Dybenko (marito di A. Kollontai), poi A. V. Shotman, Yevdokim Ognev - comandante dell'incrociatore Aurora, e A. V. Belyshev - commissario Aurora, N. V. Krylenko, Ernst Telman. Su ognuno di loro ha scritto articoli, libri, ci sono informazioni dettagliate su Internet.

Accanto al piano quinquennale Avenue ci sono strade completamente nuove che non sono completamente costruite - A.Ye. Badayev (i negozi di alimentari a Leningrado hanno preso il suo nome prima della seconda guerra mondiale), K. Y. Voroshilov, John Reed. E nella nostra zona c'è una strada di tiratori lettoni, st. GI Chudnovsky loro - uno dei leader della cattura del Palazzo d'Inverno. Questa è la nostra toponomastica!

Ci sono due stazioni della metropolitana su Prospekt Bolshevikov: nel 1985 è stata aperta la stazione con lo stesso nome, il cui padiglione di terra si trova in via Kollontai, all'inizio del viale, e nel 1987 è stata costruita la stazione "Dybenko Street", all'incrocio tra Prospect Bolsheviks e Dybenko Street. Di recente, questa estate, sulla stampa c'è stato un messaggio sull'imminente ridenominazione di entrambe le stazioni della metropolitana - "Prospect Bolsheviks" - a "Okkervil" e "Dybenko" - a "Merry Town". Ma ci sono molti oppositori del cambio di nome, prima di tutto la gestione della metropolitana era indignata. E le persone non capiscono il significato di ridenominazione. Dopotutto, il cambio di nome avrà un costo enorme, è meglio inviare questo denaro per riparare il marciapiede - le strade di San Pietroburgo sono in condizioni terribili e ci sono solide buche nei cortili. E poi, il quartiere è stato costruito relativamente di recente, le strade hanno i loro nomi "alla nascita", perché cambiare qualcosa, perché questa è la nostra storia, non la cambierai, non importa quanto chiunque vorrebbe ...

Loading...

Lascia Il Tuo Commento