Perché ai gatti non piace nuotare?

Inoltre, i gatti sono molto puliti, quindi, nonostante la loro antipatia per l'acqua, non sono sporchi. Inoltre, queste creature morbide adorano i jet freschi N20, immergendo la loro zampa in loro e facendo scivolare la museruola per rinfrescare.

Il gatto non è un contacter. Ai gatti non piace nuotare, non a causa della paura dell'acqua, solo un gatto in questo caso non è un contatto, ma un osservatore. L'animale può osservare per ore le procedure dell'acqua di qualcuno, per il gocciolamento dell'acqua dal rubinetto, ma non diventerà un partecipante diretto nel processo. Solo le razze rare e incrociate allevate dall'uomo amano nuotare e anche per scopi di estrazione del cibo - ad esempio, come fanno i pescatori o gli zibetti. Al fine di dargli una vita piena e lunga in cattività, il proprietario deve portare le sue condizioni di vita al naturale. Quindi, nel bagno o in una piscina speciale, deve prendere abbastanza acqua e pescare un piccolo pesce, gamberi, in modo che l'animale, a sua volta, organizzi una vera caccia all'acqua, e allo stesso tempo si riscaldi, nuotando un paio di metri avanti e indietro. E i gatti siamesi non sono contrari al nuoto, ma vale la pena notare - nuota, non comprare. Il fatto dei gatti nuotatori siamesi era ancora noto ai tempi dei re, quando le principesse tenevano questa razza di gatti alla corte, e quelli che imposamente nuotavano nella piscina.

Al gatto non piacciono gli additivi aromatici durante il bagno. Qui è più appropriato fare una domanda, non perché l'animale non ama fare il bagno, ma perché una persona impone questo rituale simbolico di purificazione su di lui? Dopo tutto, i gatti si lavano perfettamente, leccando la lana e senza mezzi di lavaggio, come gel e shampoo. È per gli additivi del profumo umano avere un aroma eccezionalmente gradevole, e per un gatto al contrario. Alcuni animali miagolanti hanno un'esposizione, quindi aspettano pazientemente la fine del lavaggio, dopo aver fatto i conti con esso, avendo attraversato più di una volta in quel modo. Altri rappresentanti, non volendo sopportare i capricci del proprietario, scoppiano, ululano con la loro stessa voce, sibilano, ringhiano e nascondono, anticipando il bagno imminente.

Il gatto non ha paura dell'acqua e il problema imminente. Quando il gatto viene versato con acqua, i recettori sensoriali del gatto subiscono una specie di colpo, che funge da segnale per la fuga. E in generale, in natura è accaduto in modo tale che una tale procedura porta a sovraraffreddamento della pelle, perché la lana bagnata per le creature lanuginose non è un fenomeno molto piacevole. Pertanto, il cane può asciugare anche in movimento e abbastanza velocemente, e il gatto - di solito lungo, seduto e tremante. La lana di gatto è un isolante termico, quindi nel calore non è calda, e al freddo non fa freddo. L'acqua rompe il naturale cuscino d'aria formato tra i peli della pelliccia di gatto, proteggendo il corpo del gatto dal surriscaldamento e dal raffreddamento eccessivo.

Pertanto, se un gatto non va volontariamente a nuotare, allora non dovresti forzarlo, almeno spesso. Alcuni altri amanti dei gatti consigliano di insegnare a soffici animali domestici a fare il bagno sin dalla giovane età, quindi in futuro questo non sarà un problema per loro.

Loading...

Lascia Il Tuo Commento